CURE PIERCING

Farsi un Body piercing espone la pelle al pericolo di infiammazioni, infezioni batteriche e problemi vari.

La pelle rappresenta una barriera tra l’organismo e il mondo esterno, introducendo un gioiello di metallo nel nostro organismo,apriamo un passaggio e mettiamo in comunicazione l’esterno con l’interno del nostro corpo e lo esponiamo a diversi rischi che se controllati li possiamo ridurre al minimo così da poter godere in tranquillità il body piercing.

LINGUA E INTERNO: Il piercing alla lingua o tougue tendono a gonfiarsi durante il primo periodo della guarigione(per questo motivo inizialmente si usa un piercing/barretta lunga) ,il gonfiore limita i movimenti della lingua rendendo fastidiosa la masticazione, può durare dai 3 ai 5 giorni. E’ consigliata dunque una dieta liquida per non sforzare il muscolo,il ghiaccio nelle prime ore limita il gonfiore. E’ particolarmente sconsigliato consumare bevande alcoliche,evitare caffè, cibi e bevande bollenti e soprattutto piccanti o troppo salate, inoltre si sconsiglia bere nello stesso bicchiere o bottiglia,non dare baci e non fare sesso orale: il piercing appena eseguito e fresco è una ferita. Durante le prime due settimane usare un colluttorio senza alcol dopo ogni pasto e sigaretta. Una volta che la lingua si è sgonfiata si può cambiare la barretta mettendone una piu’ corta.

LABBRO O GUANCE: Per il piercing al labbro vale la stessa cura della lingua per quanto riguarda l’interno bocca, per l’esterno il metodo più consigliato è la pulizia con acqua e sale o con soluzione fisiologica e per la prima settimana se necessario usare 2 / 3 volte al giorno una crema antibiotica tipo: Gentalin Beta,Gentamicina,Cortison chemicitina,Auromicina. Si potranno notare a distanza di giorni, la formazione di piccole crosticine biancastre o giallognole che dovranno essere delicatamente rimosse con carta imbevuta di acqua e sale o soluzione fisiologica, lavandosi preventivamente le mani. Nella fase della cicatrizzazione non togliere mai il piercing, non toccare mai con mani sporche,non giocare con il piercing ed evitare il contatto con la polvere(al lavoro coprire con garza) o sabbia(al mare evitare esposizione al sole)

SOPRACCIGLIO: Per il piercing al sopracciglio vale la stessa cura del labbro (esterno). Alcune raccomandazioni per il primo periodo di cicatrizazione: non dormire dalla parte del piercing,fare attenzione quando si toglie maglie / maglioni o ci si lava il viso: risente molto colpi e strappi, può provocare lacerazioni o irritazioni e con il tempo può essere rigettato dalla pelle con successiva cicatrice

NASO: Per il piercing al naso vale la stessa cura del labbro (esterno). Alcune raccomandazioni per il primo periodo di cicatrizazione: non dormire dalla parte del piercing e la notte mettere un nastro cerotto sul piercing per evitare che si toglie,fare attenzione quando si soffia il naso, si tolgono maglie/maglioni o ci si lava il viso: potrebbe togliersi e chiudere il foro, provocare irritazioni e con il tempo può essere rigettato dalla pelle con successiva cicatrice.

LOBI: Per il piercing ai lobi vale la stessa cura e raccomandazioni del piercing al sopracciglio.

CARTILAGINI (TRAGO): Per il piercing alle cartilagini vale la stessa cura e raccomandazioni del piercing al naso

SETTO O PONTE: Per il piercing al setto o ponte vale la stessa cura e raccomandazioni del piercing al naso.

OMBELICO: Per il piercing all’ombelico vale la stessa cura e raccomandazioni del piercing al sopracciglio

SURFACE: Per il piercing surface vale la stessa cura e raccomandazioni del piercing al sopracciglio

RICORDATI CHE IL SUCCESSO E LA GUARIGIONE DEL TUO MICRODERMAL NEL 99% DIPENDE SOLO DA TE!!!
IN QUESTO STUDIO VENGONO USATI SOLO BISTURI MONOUSO

Scaricate gratuitamente la nostra GUIDA PER LA CURA DEL PIERCING
Scaricate gratuitamente la nostra GUIDA PER LA CURA DEL MICRODERMAL