PIERCING

La pratica del Body Piercing consiste nella perforazione del corpo (tramite un ago sterile o monouso), per introdurre un gioiello a fine estetico. La parola piercing proviene dall’inglese” to pierce” che vuol dire foro o forare. Il Body Piercing è diventata una moda che sta spopolando tra giovani e non giovani,uomini o donne.

La moda è quella di bucarsi su qualsiasi parte del corpo: naso, ombelico, lingua, sopracciglia, labbro, capezzoli, fino a quelli piu’ delicati come: surface, impianti sotto pelle, dermal anchor, skin diver,o nelle parti intime.

I gioielli usati per effettuare il piercing sono di altissima qualità: acciaio chirurgico, titanio, teflon, bioplast, sono biocompatibili, anallergici e privi di nichel.

Il Body Piercing ha origini antichi e preistoriche, lo scopo principale sarebbe stato quello di distinguere i ruoli assunti da ogni membro all’interno di una tribù, al fine di regolare i rapporti tra i vari individui sia nel quotidiano che durante le cerimonie. In particolare il piercing all’ombelico è nato in Egitto: gli antichi Egizi lo utilizzavano come segno di regalità. Il piercing ai capezzoli era molto diffuso tra i centurioni Romani come segno di virilità e coraggio; inoltre veniva spesso utilizzato dalle antiche donne Romane, poiché considerato un modo per abbellire ed ingrandire i seni. La tribù Bundi di Papua Nuova Guinea perforano il setto nasale come rito di passaggio all’età adulta da parte dei maschi… Presso gli Aztechi e i Maya, era diffuso la pratica della perforazione della lingua tramite una spina di pesce passata attraverso una corda, cosi da versare sangue e indurre uno stato alterato della coscienza e permettere al sacerdote di comunicare con le divinità

ATTENZIONE NON FIDATEVI DI CHI UTILIZZA LE COSIDDETTE PISTOLE PER FORARE ORECCHIE,NASO O ADDIRITTURA ALTRE PARTI ANATOMICHE

La pistola è uno strumento non sterilizzabile perché è costituita da parti in metallo e parti in plastica; L’orecchino usato dalla pistola non è appuntito e penetrando nel tessuto non crea un foro da bordi netti e puliti ma, al contrario, lacera i tessuti creando i presupposti per una eventuale infezione. La ferita generata può anche portare alla formazione di cheloidi. Ogni volta che la pistola spara l’orecchino, i micro-spruzzi di sangue colpiscono la pistola contaminandola. Con l’ago il piercer ha un controllo totale sull’ago per l’orientamento e posizione, cosa che risulta praticamente impossibile con la pistola.